itenfrdeptrorues
di: redazione

Il peccato mortale di Lucarelli

peccato mortale“Avevo un conto in sospeso con il mio commissario. Ora credo di averlo saldato”, così scrive  Carlo Lucarelli,  scrittore  di polizieschi appassionato di storia, come dimostra nelle trasmissioni televisive che conduce su episodi controversi del passato. Il suo ultimo romanzo Peccato mortale (Einaudi) si incentra ancora su un’indagine del “suo” commissario De Luca ambientato nel periodo che va dal 25 luglio all’8 settembre del 1945, in cui cade il fascismo e arrivano i nazisti. In quei giorni De Luca della polizia criminale di Bologna deve indagare sul ritrovamento di un uomo senza testa. Chiaramente un omicidio, ma l’indagine si dimostra complicata e difficile e assume anche risvolti politici, che diventano addirittura pericolosi. La narrazione di Lucarelli è, come sempre, coinvolgente e interessante con l’andamento dell’oralità che diventa scrittura.

 

 

 

 


Il romanzo di Akilah Azra Kohen

phiAzra Kohen è una scrittrice turca, di professione psicologa specializzata in studi motivazionali. Con il romanzo PHI (Mondadori), il primo di una trilogia, ha avuto un enorme successo in Turchia. Dal romanzo è stata anche tratta una serie tv molto popolare. Il titolo PHI indica la perfezione dell’ideale di bellezza. Nella travolgente storia d’amore tra uno psicologo molto famoso e una bellissima ballerina si inseriscono altri personaggi, che intrecciano le loro vite e una giornalista che scopre scottanti segreti nella vita ello psicologo. L’intento del libro è quello di condurre il lettore, attraverso la storia di passione, speranza e tradimento, a scoprire un percorso di consapevolezza per riconoscere l’unica cosa che sappiamo fare veramente bene e farla schiudere come un seme, diventando padrone della propria esperienza. La scrittrice scrive nell’avvertenza: “Questo libro non è per tutti. E’ stato scritto per quelli che sono consapevoli del fatto che nulla è come sembra, che quando nasciamo siamo bombardati da sollecitazioni che ci allontano da ciò che siamo destinati a essere e ci trasformano in essere sociali”.

 

 

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.