Venerdì 29 marzo 2019 - ore 15,30

Piazza Leonardo da Vinci, 22 Asti

Slider
itenfrdeptrorues

Un Ministro sceriffo e i problemi dei sindaci

di: Enzo Mauro

Commentando le parole del Ministro Salvini, che definisce “sceriffo” nei confronti dei sindaci che si oppongono all’applicazione di parti del decreto sicurezza Ezio Mauro (Repubblica 5/01/) afferma che la politica governativa non ha superato la prova della realtà dei sindaci che devono affrontare la contraddizione drammatica tra garantire la domanda di accoglienza e di solidarietà verso i migranti con la richiesta di sicurezza dei cittadini, che sembrano inconciliabili nell’opinione pubblica e che sono alimentate da certa politica.

Eppure, scrive Mauro, “una politica degna di questo nome dovrebbe farsi carico di questo problema, cercando di conciliare solidarietà, responsabilità, rappresentanza, invece di scaricarlo irrisolto sulle spalle dei sindaci. Anche perché il problema, oltre che il sindaco, investe addirittura la democrazia: come può dichiararsi insensibile a uno dei due appelli che le vengono rivolti, e rimanere intatta e innocente, anzi con la pretesa di universale?”

Sostanzialmente la legge sulla sicurezza ha sancito la supremazia dei più forti nei confronti dei più deboli, tradendo anche i valori della civiltà italiana e Mauro fa la domanda che ci facciamo in molti: “Dove finiranno gli immigrati-fantasma che non possono iscriversi all’anagrafe e che vedono cancellare la protezione umanitaria, nella fretta di sospenderli dall’assistenza sanitaria ma anche alla ricerca di lavoro con documenti in regola?” E la reazione dei sindaci, per Mauro, “nel deserto intellettuale italiano, è una conferma potenziale della politica cosiddetta dal basso”.

Tags: democrazia, Decreto sicurezza, solidarietà, responsabilità, immigrati

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.