itenfrdeptrorues

Plastica in fiamme

di: Giancarlo Dapavo, Legambiente

La causa principe degli incendi nei depositi di plastiche riciclate è dovuta al fatto che la Cina dal 31 dicembre 2017 non riceve una parte consistente delle plastiche e di altri materiali di scarto come i RAE (elettrodomestici, prodotti informatici, televisori). Ancora nel 2016, la Cina ha importato più di sette milioni di tonnellate (7,35 milioni) di plastica usata, che si sono aggiunte alle 61 milioni di tonnellate prodotte internamente.

In quell'anno, circa la metà di tutti i rifiuti di plastica che potevano essere riciclati sono stati esportati da 123 Paesi, per un totale di 14,1 milioni di tonnellate. La Cina, da sola, ha assorbito plastica usata proveniente da 43 Paesi. Lo scenario potrebbe peggiorare ulteriormente se si considera che Pechino intende vietare l'importazione di tutti i rifiuti solidi a partire dal 2020. Le aziende hanno i magazzini pieni qualche incidente può succedere in magazzini pieni di materie infiammabili, certamente qualcuno a provveduto con incendi dolosi.

La soluzione è incrementare il riuso delle plastiche da parte delle aziende produttrici, ma soprattutto ridurne la produzione eliminando tutti i prodotti usa e getta dal mercato. A fine ottobre la Comunità EU ha deliberato la messa al bando entro il 2021 di molti prodotti di plastica monouso, bicchieri, posate, piatti, prodotti per il trasporto di cibi precotti, entro il 2025 vanno riciclate il 90% delle bottiglie di plastica con l'obbligo per le aziende produttrici di usare almeno il 30% di materia riusata. Un'altra soluzione in atto è usare per  tutti i sacchetti e borse materie bio-degradabili,  di cui l'Italia è il primo produttore.

Tags: Cina, incendio, plastiche riciclate, comunità europea

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.