Venerdì 29 marzo 2019 - ore 15,30

Piazza Leonardo da Vinci, 22 Asti

Slider
itenfrdeptrorues

Il sindaco trasformista

di: Marco Castaldo

Il nostro Sindaco di Asti si è prodigato in un esilarante camouflage in stile "scherzi a parte" per divertire i propri fan sui social. Lo scopo dell'l'intrusione travestita era quella, come dice lui, di verificare di persona quali sono i reali disagi dei cittadini che si recano all'anagrafe per i documenti.

Dal video non si evince quali siano le "scoperte magiche" che il Sindaco abbia potuto rilevare, né tantomeno ci racconta quali sono le migliorie che dovrebbero essere presentate in una futura conferenza stampa. Peraltro, a onor di cronaca, i disagi all'anagrafe astigiana, durano da più di 10 mesi, pertanto, questa intrusione, se si doveva proprio fare, occorreva pianificarla ben prima, ma soprattutto, sono le soluzioni che sarebbero dovute arrivare ben prima!

Personalmente, auspico che il “Leopoldo Fregoli” voglia al più presto mettersi al lavoro per verificare le altre problematiche che affliggono i cittadini astigiani. Ad esempio, potrebbe vestirsi con i pantaloni della tuta, qualche maglione di seconda mano un po' sdrucito e una berretta di lana e sostare all'esterno di qualche supermercato chiedendo di poter ritirare il carrello della spesa per appropriarsi di quel misero euro, così si renderebbe conto di quanto freddo e di quanti epiteti vengono rivolti ai nostri cittadini di serie B.

Oppure, potrebbe agghindarsi da "allegra signorina" per rendersi conto del mercato dell'amore a pagamento… E perché no, potrei perfino invitarlo a casa mia, potrei fornirgli una bella, anche se non più nuova, sedia a rotelle e potrei fargli trascorrere una giornata in mia compagnia per rendersi conto di quali siano le difficoltà di una persona disabile che cerca di vivere autonomamente la propria vita, ma che grazie ai suoi provvedimenti volti al risparmio e alla caccia ai fraudolenti fruitori dei contributi per la vita indipendente, deve far fronte a situazioni di cui lui, sicuramente, non ha conoscenza.

I cittadini astigiani si aspetterebbero davvero qualcosa in più da un sindaco, il suo compito e, conseguentemente, il suo stipendio pagato da tutti i cittadini, sarebbe quello di amministrare una città che, qualche problemino serio, ce l'ha davvero!

Ha mai sentito parlare del fatto che questa città ha visto progressivamente sparire ogni forma di investimento industriale, manifatturiero, produttivo? Ha visto che, non solo più le periferie, ma anche il centro cittadino si è progressivamente svuotato di ogni negozio, mentre proliferano supermercati (piccoli, grandi, tristi, inutili) che aprono e chiudono nel tempo di una stagione.

Le nostre strade, anche quelle centrali, sono sempre più simili ai sobborghi di periferia: sporchi, fatiscenti e ricettacolo di criminalità, disagio e povertà.

La città del turismo e della cultura, come la vorrebbe lei, non è presente nei percorsi turistici europei, malgrado Asti sia nello stesso territorio del patrimonio Unesco. La città con le sue proposte turistiche: musei, teatri, spettacoli, incontri, convegni, luoghi storici, cantine sociali, ristoranti, hotel ecc. non dispone della promozione coordinata e condivisa sui canali dei media tradizionali (radio, tv, giornali, riviste specializzate), né tanto meno sul Web e sui social media.

Si avvalga di coloro che queste capacità, strumenti, professionalità, le metterebbero volentieri a disposizione dell'amministrazione per migliorare il presente di questa città.


P.s.: alla prossima carnevalata, si preoccupi di chiedere la liberatoria per poter pubblicare video delle persone presenti durante le sue performance!

 

 

Tags: politica, amministrazione, servizi pubblici, Asti

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.