itenfrdeptrorues

Strategie comunicative e modalità applicative per la puntuale applicazione delle tariffe sui rifiuti

di: Pasquale Coluccio

Se nel 1800 l’idea di gestione dei rifiuti era sintetizzabile in “allontana e accumula fuori dalla città”, quasi due secoli dopo quel modello gestionale si è per così dire evoluto in “allontana, sotterra o brucia fuori dalla città”. Fortunatamente negli ultimi 20/30 anni, un nuovo paradigma nella gestione dei rifiuti si sta diffondendo e con esso la consapevolezza che i rifiuti da maledizione secolare si possono trasformare in risorsa. Oggi, nonostante questa consapevolezza sia in continua crescita, siamo ancora molto lontani da una situazione gestionale dei rifiuti ottimale: sintomatico di questo sono le percentuali di raccolta differenziata troppo basse in vaste zone della penisola (Nord 64,2%, Centro 48,6% e Sud 37,6%: dati Ispra 2017).

Altro elemento indicativo del fatto che la strada da percorrere è ancora lunga è il fatto che in Italia su un totale di 7.982 Comuni solo 268 Comuni hanno fatto la scelta di adottare la Strategia Rifiuti Zero quale obiettivo strategico in materia di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati.

In Europa come in Italia esistono svariati esempi di buone pratiche nella gestione dei rifiuti, che dimostrano nel concreto che già oggi si può puntare nella direzione giusta e ottenere ottimi risultati: la tesi esplora queste nuove iniziative innovative e sostenibili, valutando le loro possibilità di applicazione nelle nostre città.

Per la lettura della tesi integrale sito web: masl.digspes.unipmn.it

Tags: Master di sviluppo locale

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.