itenfrdeptrorues

Passepartout Cinema 2019

di: redazione

Primo appuntamento con Passepartout Cinema, che fa da anteprima alla sedicesima edizione del Festival Passepartout, organizzato dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti con l’appoggio della Città di Asti e della Regione Piemonte, e con la direzione scientifica di Alberto Sinigaglia. Cinque giovedì in Sala Pastrone con cinque pellicole che si ricollegano al tema di quest’anno, “1969-2019: vogliamo la luna”, selezionate in collaborazione con Riccardo Costa del Circolo Cinematografico Vertigo.

Si inizia giovedì 21 marzo alle 18 al Teatro Alfieri, con “AstroSamantha”, il documentario del regista e giornalista Gianluca Cerasola, con la collaborazione dell'ESA, dell'ASI e dell'Aereonautica Militare, dedicato all’astronauta Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio, che ha trascorso 199 giorni consecutivi in missione. 

La voce dell’attore Giancarlo Giannini accompagna lo spettatore nell’avventura vissuta da  Samantha Cristoforetti. La macchina da presa segue le diverse fasi di preparazione della missione, l’inedito momento del lancio, l’arrivo nello spazio e il ritorno a casa di Samantha, mostrando anche aneddoti e curiosità della vita nello spazio. AstroSamantha svela al grande pubblico una versione inedita della donna che, grazie alla sua impresa, è diventata un simbolo di coraggio e determinazione ed è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce.

A introdurre la proiezione la giornalista Brunella Vedani.

Passepartout Cinema prosegue con quattro appuntamenti in Sala Pastrone: il 28 marzo alle 18 con “Capricorn One”, di Peter Hyams, con Elliot Gould e James Brolin, un thriller ispirato alla teoria del complotto sull'Apollo 11, la quale sostiene che il primo sbarco umano sulla luna sarebbe stato un inganno orchestrato dalla NASA. Introduce la proiezione la giornalista Alessia Conti.

Il 4 aprile, eccezionalmente alle 17,30, diversamente da quanto precedentemente annunciato, al posto di “Man on the moon” di Milos Formann, verrà proiettato “La Luna”, film del 1979 diretto da Bernardo Bertolucci, introdotto da Renato Damiano del Circolo Cinematografico Vertigo. L’11 aprile alle 18 sarà la volta di “Moon”, film di fantascienza diretto da Duncan Jones (figlio di David Bowie) e interpretato da Sam Rockwell. Introduce il critico cinematografico Umberto Ferrari. Chiude il 18 aprile alle 18 “La voce della Luna” di Federico Fellini con Roberto Benigni e Paolo Villaggio. Introduce il fotografo Franco Rabino.

Tutte le proiezioni sono a ingresso libero.

In concomitanza con le proiezioni di Passepartout Cinema sarà possibile partecipare su Facebook a un concorso che premierà la frase più suggestiva ispirata ai film in programma. Sul profilo del festival Passepartout (www.facebook.com/PassepartoutFestival) saranno postate locandine,

immagini, spezzoni e trailer. Proprio perché Passepartout è un festival principalmente di parola, la community del social potrà condividere frasi e pensieri ispirati dal film. I più belli saranno premiati con Tessere Plus della Biblioteca Astense e libri.

 

Tags: Asti, spettacoli

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.